Ad Amendolara un minuto di silenzio in memoria della presidente Santelli


Ciminelli: «Ha risvegliato il senso di appartenenza alla Calabria».

Si è tenuto questa mattina davanti al municipio di Amendolara un minuto di silenzio per omaggiare la memoria della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli, prematuramente scomparsa. Prima del momento commemorativo, dinanzi alle bandiere a mezz'asta che campeggiano sul Palazzo di Città, il sindaco, Antonello Ciminelli, ha espresso un commosso pensiero di cordoglio.
«In queste ore è giunto un cordoglio unanime da tutta la nazione per la scomparsa del presidente Santelli. Chi ha avuto la fortuna di conoscerla e di condividere con lei idee e progetti, ha apprezzato una donna che faceva della passione per il suo lavoro e dell'amore per la sua terra i suoi valori principali. Ha avuto sicuramente il merito di risvegliare, con il suo agire, un senso di appartenenza alla Calabria in molti ormai sopìto: ha riscoperto in noi una sorta di calabresità e cioè l'orgoglio di essere calabresi, Il presidente Santelli ha combattuto in silenzio la sua battaglia, senza far pesare a nessuno ciò che stava vivendo. Grazie presidente per ciò che hai fatto, per quello che sei stata e continuerai a rappresentare per noi calabresi. Arrivederci Jole!».
Alle 10.30 come annunciato dallo stesso sindaco ed in concomitanza con l'ingresso del feretro del presidente Santelli nella chiesa San Nicola di Cosenza, è iniziato il minuto di silenzio che ha visto la partecipazione oltre che del primo cittadino, anche dell'Amministrazione Comunale, della Polizia Municipale e dei dipendenti comunali.

Stampa Email

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.